logo_puffinus

Life Puffinus Tavolara

L’arcipelago di Tavolara rappresenta una delle più importanti aree per la tutela della biodiversità per le specie mediterranee. La vicinanza alla Sardegna e la presenza di numerose isole determinano condizioni estremamente favorevoli per specie vegetali e animali di grande valore per la conservazione.
Tavolara è una delle isole mediterranee più importanti per la conservazione degli uccelli marini, ospitando circa il 50 % della popolazione di una delle 4 specie di Procellariformi nidificanti in questo bacino, la berta minore (Puffinus yelkouan).
Il suo stato di conservazione è stato recentemente riclassificato dall’IUCN (International Union for the Conservation of Nature) come “vulnerabile”. La consistenza numerica della popolazione nidificante sulla sola isola di Tavolara è stimata in 9.991-13.424 coppie (consistenza globale della specie, esclusiva del Mediterraneo centrale e orientale: 15.337-30.519 cp). L’isola ha quindi un’importanza cruciale per la tutela di Puffinus yelkouan a livello globale.
Tutti i nidi di berta minore controllati nel periodo 2006-2011, durante un programma di monitoraggio condotto dall’area Marina Protetta di Tavolara, in collaborazione con l’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), sono stati predati dai ratti. Solo quelli localizzati in grotte su pareti verticali, irraggiungibili per i ratti, e quelli in aree oggetto di derattizzazione localizzata, hanno mostrato successo riproduttivo.
I ratti introdotti dall’uomo sulle isole, sono in grado, mangiando uova e pulcini, di annullare la produttività dell’intera popolazione di questa e altre specie.
Per garantire la conservazione della berta minore, le istituzioni locali, hanno partecipato al bando LIFE+. Il progetto si occuperà anche di alcune piante invasive che mettono a rischio gli equilibri degli ambienti costieri e prevede il coinvolgimento indispensabile della popolazione locale e dei visitatori, che saranno chiamati a collaborare per la tutela degli ambienti naturali.
costa-riserva-amrina-tavolara

NEWS