logo_puffinus

Nati i primi pulcini

Si schiudono le prime uova! Nel video le prime immagini di uno dei pulcini nati nelle grotte di Tavolara dove è attivo il sistema di videocamere. Nei primissimi giorni di vita i pulcini vengono coperti da uno dei genitori, mentre l’altro è in pesca. Nei prossimi giorni pubblicheremo altre immagini del successo riproduttivo di quest’anno ottenuto dopo l’intervento di eradicazione del ratto nero.

Le berte in cova

Sono in corso di svolgimento le attività di monitoraggio dei nidi di berta minore nei siti di controllo di Tavolara e Molara.

Questa attività risulta particolarmente complessa poiché questa specie nidifica in luoghi spesso poco accessibili agli operatori, quali le cavità delle coste rocciose, spaccature e grotte che si aprono sopra le falesie.

Al momento gli adulti di entrambi i sessi si alternano nella cova dell’unico uovo deposto, che si schiuderà nelle prossime settimane, dopo circa 50 giorni dalla deposizione.

Dopo l’intervento di eradicazione del ratto nero e i successivi controlli sulla eventuale presenza residua di roditori che hanno dato esito negativo, quest’anno si auspica un significativo incremento del successo riproduttivo, con un gran numero di giovani di berta minore che potranno (finalmente!) involarsi senza essere predati dai ratti. 

Incontro sulla gestione del verde

Si è svolto, venerdì 13 aprile 2018, presso la sede dell’AMP di Tavolara,  l’incontro dedicato alla tematica  delle piante aliene invasive, al fine di promuovere una maggiore consapevolezza tra i professionisti coinvolti nella progettazione e gestione del verde.

Il seminario, aperto a tutti i cittadini interessati, ha visto gli interventi del Dott. Augusto Navone, direttore dell’AMP di Tavolara, che ha esposto le attività del Progetto Life + Puffinus Tavolara e del Prof. Giuseppe Brundu, dell Università di Sassari, che ha portato alla luce le problematiche delle specie aliene invasive terrestri e le normative comunitarie in materia di gestione e contenimento.

All’incontro hanno partecipato il Corpo Forestale, diversi professionisti del territorio (architetti e agronomi) e un gruppo di cittadini appassionati di natura.

Incontro sulle piante invasive e la gestione del verde

Nell’ambito del Progetto Life Puffinus Tavolara, l’Area Marina Protetta di Tavolara e il Comune di Olbia, invitano tutti i professionisti coinvolti nella progettazione e gestione del verde e i cittadini interessati, ad un incontro sulle piante invasive.

L’incontro si terrà venerdì 13 Aprile 2018, alle ore 17.00, presso la sede dell’Area Marina Protetta, in via Porto Romano, 11. Il relatore, il dott. Giuseppe Brundu dell’Università di Sassari, illustrerà le problematiche legate alla gestione delle piante aliene invasive, alla luce della normativa comunitaria in materia, al fine di promuovere una maggiore consapevolezza in merito.

Linea Blu incontra Tavolara e la Berta Minore

Nella prima puntata di Linea Blu, il programma di Rai 1 dedicato alla cultura del mare, sono state protagoniste le attività di tutela della berta minore. In particolare, è stato possibile raccontare al grande pubblico l’intervento di eradicazione del ratto nero, condotto con il contributo del programma Life. E’ possibile rivedere la puntata completa cliccando qui.

Misure di biosecurity

Proseguono le attività di monitoraggio e gli interventi di biosicurezza previsti dall’azione C4 del Life Puffinus.

Il sistema di biosecurity comprende diverse misure mirate a ridurre le possibilità di ingresso di ratti e topi a bordo di imbarcazioni, mediante azioni concrete effettuate su aree portuali di partenza e mediante specifiche azioni di informazione. Inoltre alcuni interventi previsti hanno lo scopo di “intercettare” rapidamente eventuali roditori che dovessero giungere a Tavolara (in particolare nelle zone abitate) e nelle isole minori, impedendo la formazione di nuove popolazioni.

In questa fase sono state collocate delle postazioni particolarmente attrattive per i ratti, chiamate “rat hotel”, costituite da scatole in legno contenenti diversi alimenti, materiali per la costruzione di nidi ed esche rodenticide. I rat-hotel sono stati disposti in punti strategici, localizzati a Tavolara, vicino agli insediamenti umani e alle aree regolarmente frequentate dai turisti (Spalmatore di terra) e nelle isole minori, come isola Cavalli e isola Piana.

Studi recenti, infatti, suggeriscono che piuttosto che installare un gran numero di erogatori con esche rodenticide, è preferibile individuare alcuni punti strategici per il passaggio dei ratti e predisporvi strutture molto attrattive come quelle descritte sopra.

In seguito, grazie alla collaborazione degli armatori, si ridurrà ulteriormente la possibilità di arrivo di roditori mediante l’installazione di erogatori a bordo delle imbarcazioni utilizzate per i collegamenti regolari con l’isola di Tavolara.

Anche i porti collaborano alle misure di biosicurezza

Nell’ambito della azione C4 di predisposizione e attivazione delle misure di biosicurezza, che devono difendere il risultato ottenuto con l’eradicazione dei ratti a Tavolara, è stato organizzato un incontro con i gestori dei porti che si affacciano sull’Area Marina Protetta.

I partecipanti hanno dimostrato di essere sensibilizzati sulla tematica delle specie aliene invasive e hanno offerto la massima collaborazione per le attività congiunte che consentiranno, insieme alle altre misure di biosicurezza, di ridurre il rischio di ritorno del ratto sull’isola.

 

 

L’ AMP di Tavolara a Milis

Si è svolta a Milis lo scorso fine settimana la rassegna di vivaismo specializzato “Primavera in Giardino”. L’ AMP di Tavolara ha partecipato nell’ambito dell’azione E6 del progetto Life, animando uno spazio espositivo. Durante la rassegna, i visitatori sono stati sensibilizzati sul tema delle specie aliene vegetali invasive, che spesso vengono coltivate per scopi ornamentali nei giardini privati e pubblici, rischiando però di contribuire così alla loro diffusione anche negli ambienti naturali. E’ stato distribuito l’opuscolo “Giardini mediterranei senza specie invasive” che fa parte del materiale di comunicazione del progetto Life Puffinus ed è dedicato alla tematica delle specie aliene vegetali. Ricordiamo che esiste un Codice di buone pratiche, predisposto dall’Organizzazione Europea per la protezione delle piante (EPPO) e adottato dal Consiglio d’Europa per prevenire l’introduzione delle specie aliene e mitigare gli impatti negativi e la diffusione di quelle già presenti. Il Codice ha l’obiettivo di sensibilizzare tutti gli addetti del florovivaismo, compresi progettisti e ingegneri che si occupano di progettazione del paesaggio e gli addetti del settore ortofrutticolo, all’adozione di buone pratiche per evitare la propagazione incontrollata delle specie aliene, che interferiscono con le specie locali producendo impatti ecologici, sociali ed economici negativi, portando ad una progressiva perdita di biodiversità.

20180316_091132

Primavera-in-giardino_Milis

Uova di primavera

Festeggiamo l’arrivo della primavera con le immagini del primo uovo deposto dalle berte minori seguite con le telecamere del progetto. Nel breve video, si vede la femmina che copre l’uovo, mentre il maschio è impegnato ad emettere i suoi richiami all’ingresso della cavità nido. Nelle prossime settimane si daranno il cambio per la cova. Quest’anno, dopo l’intervento di eradicazione del ratto nero, ci aspettiamo che un numero più alto di pulcini arrivi fino all’involo.

“Primavera in Giardino 2018” a Milis (OR)

Oggi e domani 11 marzo si svolgerà presso Villa Pernis a Milis (OR) la rassegna di vivaismo specializzato “Primavera in Giardino”, organizzata dall’Associazione Culturale ‘LANDPLANTS SARDINIA’ con la collaborazione del Comune di Milis. Si tratta di una delle più importanti esposizioni del verde in Sardegna, dove è possibile vedere tutte le novità nel mondo florovivaistico e ortofrutticolo. Durante la rassegna si terranno diversi convegni, tra cui segnaliamo nel pomeriggio di oggi gli interventi sul tema “Rischi e opportunità delle specie aliene invasive”, moderati dal professor Giuseppe Brundu dell’ Università di Sassari e consulente per il progetto Life Puffinus. L’ AMP di Tavolara, impegnata con il progetto Life Puffinus in azioni di eradicazione e sensibilizzazione sulle piante aliene invasive come il Carpobrotus, sarà presente alla manifestazione con un suo spazio. In questa occasione verranno spiegati ai visitatori le azioni del progetto Life e verrà distribuita la pubblicazione “giardini mediterranei senza specie invasive”.

www.primaveraingiardino.it