logo_puffinus

Giornata di sensibilizzazione a Tavolara

Domani, mercoledì 22 agosto, terza giornata di sensibilizzazione sulla problematica delle specie aliene invasive vegetali. Presso il punto informativo dell’Area Marina Protetta a Tavolara, le persone interessate potranno essere informate su questa tematica e ritirare l’opuscolo sul giardino mediterraneo senza piante aliene invasive prodotto con la collaborazione dell’Università di Sassari nell’ambito del progetto Life Puffinus Tavolara. Scopriremo insieme che, seguendo piccoli accorgimenti alla portata di tutti, possiamo contribuire a tutelare i nostri sistemi naturali.
 
Gli incontri proseguiranno con cadenza settimanale fino al mese di settembre.

Alberto e i ratti con la forchetta

Alberto ha partecipato alle attività educative del Salvamare al tramonto e nella sua cartolina ha disegnato e commentato l’azione principale del progetto Life Puffinus Tavolara.

Ascoltatelo con noi!

 

 

Presentazione attività sulle specie aliene vegetali invasive

Nell’ambito delle attività di comunicazione del progetto Tavolara Lab dell’Area Marina Protetta, sono state presentate anche  le azioni di sensibilizzazione sulle specie vegetali aliene invasive realizzate durante il progetto Life Puffinus Tavolara. Erano presenti in sala subacquei coinvolti nelle iniziative di Tavolara Lab insieme a turisti e persone della comunità locale. La pubblicazione tascabile sul giardino mediterraneo senza specie aliene invasive riscuote sempre molto interesse.

Aiutiamo i giovani di berta minore

Condividiamo queste importanti informazioni e chiediamo a chiunque trovi giovani esemplari di berta minore, arrivati a terra disorientati e disturbati dalle luci, di usufruire di questo servizio di recupero. Basta poco per aiutare questa specie carismatica.

 

Le specie aliene nelle isole: un problema gravissimo che spesso può essere risolto

Condividiamo un interessante articolo del progetto LIFE ASAP.

Non è un caso se Charles Darwin, durante il suo leggendario viaggio a bordo del brigantino Beagle abbia tratto gli spunti fondamentali per formulare la teoria dell’evoluzione delle specie proprio visitando le Isole Galapagos. Grazie all’isolamento geografico,….. (clicca qui per continuare a leggere l’articolo)

Quasi pronti per l’involo!

Nel breve video che condividiamo, un pulcino di berta minore viene alimentato, forse per l’ultima volta, da uno dei genitori. Come si vede è ormai grande come l’adulto, anche se sono ancora visibili le macchie chiare del piumino sul capo e sul dorso. Nell’arco di pochi giorni lascerà il nido per volare sul mare e, se sarà così fortunato da sopravvivere alle insidie, quelle naturali  e quelle determinate dall’uomo, tornerà fra qualche anno a nidificare, magari nella stessa grotta in cui è nato. E’ la prima volta, dopo l’intervento di eradicazione del ratto nero, che le telecamere del progetto Life Puffinus, consentono di registrare tutte le fasi della nidificazione, dall’occupazione dei nidi all’involo; negli anni passati, infatti, i pulcini venivano purtroppo predati dai ratti poco tempo dopo la schiusa.

 

7 suggerimenti per proteggere le isole dalle specie invasive

Island Conservation suggerisce sette semplici azioni per tutelare la biodiversità delle isole dalle specie invasive.  Vi invitiamo a leggere e condividere l’articolo. (Clicca qui)

Avviso di selezione per attività di supporto all’intervento di eradicazione dei roditori nell’isola di Tavolara

La NEMO srl, beneficiario associato (CUP F79G13000850008) del progetto LIFE12 NAT/IT/000416 LIFE PUFFINUS TAVOLARA ‐ Tutela della maggiore popolazione mondiale di Puffinus yelkouan e contenimento/eradicazione di specie aliene invasive, sta cercando due collaboratori di cui avvalersi per la messa in atto dell’azione di progetto C1 (eradicazione dei roditori) e dell’azione C4 (Biosecurity).

L’attività consiste nel supporto tecnico alle attività in campo per il completamento dell’azione C1 (eradicazione dei roditori) e la messa in atto dell’azione C4 (messa in atto di misure di bio-sicurezza).

Le attività si svolgeranno dal 25/06/2018 al termine del progetto (31/10/2018)

I candidati interessati possono inviare il loro curriculum professionale e un’offerta economica all’indirizzo di posta elettronica nemo.firenze@postecert.it entro il giorno 20/06/2018, all’attenzione del dott. Paolo Sposimo.

La selezione avverrà sulla base del curriculum professionale, nel quale siano evidenziate le esperienze e competenze tecniche utili per le attività di cui sopra; nella scelta dei collaboratori sarà in particolare valutata l’esperienza di lavoro in campo su roditori in ambienti insulari mediterranei, soprattutto se maturata nell’ambito di progetti di eradicazione.

Impegno richiesto e importo delle collaborazioni saranno stabiliti in base alla suddivisione dell’impegno fra i due collaboratori

Qualora risulti opportuno potranno essere convocati per un colloquio di approfondimento i candidati individuati come maggiormente significativi, al fine di accertarne le capacità e concordare i termini della collaborazione.

Firenze, 14 giugno 2018

 

Un progetto Life per promuovere le informazioni sulle specie aliene invasive negli aeroporti

Condividiamo la notizia dell’inizio di questa campagna informativa, clicca qui, finanziata nell’ambito del progetto Life Asap. Accrescere la consapevolezza sulla minaccia che le specie aliene invasive rappresentano per la biodiversità è uno strumento importante e tutti possiamo collaborare diffondendo informazioni e promuovendo comportamenti corretti.

 

 

Piccoli pulcini crescono

Proseguono i monitoraggi dei nidi di berta minore presenti nei siti di controllo situati in alcune grotte della falesia di Tavolara. Le osservazioni vengono effettuate sia direttamente dagli operatori sia grazie al sistema di telecamere istallato su alcuni nidi presenti nella grotta dei Contrabbandieri.

I pulcini di berta, dopo la schiusa avvenuta qualche settimana fa, crescono rapidamente, grazie al continuo apporto di cibo, ricco di grassi, procurato dai genitori, che si alternano nella ricerca compiendo a turno viaggi lunghi anche centinaia di chilometri, che possono durare fino a 5-6 giorni e oltre.

Nel video, ripreso all’inizio del mese di maggio con le telecamere del progetto LIFE Puffinus Tavolara,  si può osservare come il pulcino stimoli il rigurgito del cibo da parte del genitore che lo nutre.

Grazie a questa alimentazione così sostanziosa il pulcino in tempi relativamente brevi cresce fino alle dimensioni dell’adulto e si prepara a lasciare il nido.

puffinus