logo_puffinus

7 suggerimenti per proteggere le isole dalle specie invasive

Island Conservation suggerisce sette semplici azioni per tutelare la biodiversità delle isole dalle specie invasive.  Vi invitiamo a leggere e condividere l’articolo. (Clicca qui)

Avviso di selezione per attività di supporto all’intervento di eradicazione dei roditori nell’isola di Tavolara

La NEMO srl, beneficiario associato (CUP F79G13000850008) del progetto LIFE12 NAT/IT/000416 LIFE PUFFINUS TAVOLARA ‐ Tutela della maggiore popolazione mondiale di Puffinus yelkouan e contenimento/eradicazione di specie aliene invasive, sta cercando due collaboratori di cui avvalersi per la messa in atto dell’azione di progetto C1 (eradicazione dei roditori) e dell’azione C4 (Biosecurity).

L’attività consiste nel supporto tecnico alle attività in campo per il completamento dell’azione C1 (eradicazione dei roditori) e la messa in atto dell’azione C4 (messa in atto di misure di bio-sicurezza).

Le attività si svolgeranno dal 25/06/2018 al termine del progetto (31/10/2018)

I candidati interessati possono inviare il loro curriculum professionale e un’offerta economica all’indirizzo di posta elettronica nemo.firenze@postecert.it entro il giorno 20/06/2018, all’attenzione del dott. Paolo Sposimo.

La selezione avverrà sulla base del curriculum professionale, nel quale siano evidenziate le esperienze e competenze tecniche utili per le attività di cui sopra; nella scelta dei collaboratori sarà in particolare valutata l’esperienza di lavoro in campo su roditori in ambienti insulari mediterranei, soprattutto se maturata nell’ambito di progetti di eradicazione.

Impegno richiesto e importo delle collaborazioni saranno stabiliti in base alla suddivisione dell’impegno fra i due collaboratori

Qualora risulti opportuno potranno essere convocati per un colloquio di approfondimento i candidati individuati come maggiormente significativi, al fine di accertarne le capacità e concordare i termini della collaborazione.

Firenze, 14 giugno 2018

 

Un progetto Life per promuovere le informazioni sulle specie aliene invasive negli aeroporti

Condividiamo la notizia dell’inizio di questa campagna informativa, clicca qui, finanziata nell’ambito del progetto Life Asap. Accrescere la consapevolezza sulla minaccia che le specie aliene invasive rappresentano per la biodiversità è uno strumento importante e tutti possiamo collaborare diffondendo informazioni e promuovendo comportamenti corretti.

 

 

Piccoli pulcini crescono

Proseguono i monitoraggi dei nidi di berta minore presenti nei siti di controllo situati in alcune grotte della falesia di Tavolara. Le osservazioni vengono effettuate sia direttamente dagli operatori sia grazie al sistema di telecamere istallato su alcuni nidi presenti nella grotta dei Contrabbandieri.

I pulcini di berta, dopo la schiusa avvenuta qualche settimana fa, crescono rapidamente, grazie al continuo apporto di cibo, ricco di grassi, procurato dai genitori, che si alternano nella ricerca compiendo a turno viaggi lunghi anche centinaia di chilometri, che possono durare fino a 5-6 giorni e oltre.

Nel video, ripreso all’inizio del mese di maggio con le telecamere del progetto LIFE Puffinus Tavolara,  si può osservare come il pulcino stimoli il rigurgito del cibo da parte del genitore che lo nutre.

Grazie a questa alimentazione così sostanziosa il pulcino in tempi relativamente brevi cresce fino alle dimensioni dell’adulto e si prepara a lasciare il nido.

Attività di biosecurity

Buone notizie sul fronte delle misure di biosicurezza previste dall’azione C4 del Life Puffinus 

Tali misure, lo ricordiamo, prevedono l’installazione di trappole ed erogatori in punti strategici dell’isola di Tavolara, Piana e Cavalli, per intercettare eventuali roditori che dovessero tentare di raggiungere Tavolara. 

Al momento non si registrano segnali di presenza dei ratti e il dato fa ben sperare per il successo riproduttivo della berta minore e per il buon esito dell’intervento di eradicazione conclusosi nel 2017. I controlli saranno intensificati nei prossimi mesi, poiché durante la stagione turistica aumentano le possibilità di eventuali ingressi indesiderati attraverso il traffico di imbarcazioni.

A tal proposito, grazie alla collaborazione con gli armatori dei traghetti che effettuano il traffico di passeggeri verso Tavolara, si è provveduto ad installare degli erogatori con esche rodenticide a bordo di tali imbarcazioni, per ridurre al minimo la possibilità di arrivo sull’isola di potenziali “invasori”.

Proseguono le attività di controllo del Carpobrotus

Nell’ambito dell’azione di eradicazione e controllo delle specie vegetali aliene a Tavolara, è stata condotta un’attività di ricerca ed estirpazione dei ricacci. Dopo l’intervento di eradicazione più esteso, infatti, è particolarmente importante contenere immediatamente la minaccia rappresentata dalle giovani piante che si sviluppano dai semi ancora presenti nel terreno. Le piantine sono risultate più abbondanti laddove la copertura del Carpobrotus eradicato era particolarmente estesa e fitta.

Nati i primi pulcini

Si schiudono le prime uova! Nel video le prime immagini di uno dei pulcini nati nelle grotte di Tavolara dove è attivo il sistema di videocamere. Nei primissimi giorni di vita i pulcini vengono coperti da uno dei genitori, mentre l’altro è in pesca. Nei prossimi giorni pubblicheremo altre immagini del successo riproduttivo di quest’anno ottenuto dopo l’intervento di eradicazione del ratto nero.

Le berte in cova

Sono in corso di svolgimento le attività di monitoraggio dei nidi di berta minore nei siti di controllo di Tavolara e Molara.

Questa attività risulta particolarmente complessa poiché questa specie nidifica in luoghi spesso poco accessibili agli operatori, quali le cavità delle coste rocciose, spaccature e grotte che si aprono sopra le falesie.

Al momento gli adulti di entrambi i sessi si alternano nella cova dell’unico uovo deposto, che si schiuderà nelle prossime settimane, dopo circa 50 giorni dalla deposizione.

Dopo l’intervento di eradicazione del ratto nero e i successivi controlli sulla eventuale presenza residua di roditori che hanno dato esito negativo, quest’anno si auspica un significativo incremento del successo riproduttivo, con un gran numero di giovani di berta minore che potranno (finalmente!) involarsi senza essere predati dai ratti. 

Incontro sulla gestione del verde

Si è svolto, venerdì 13 aprile 2018, presso la sede dell’AMP di Tavolara,  l’incontro dedicato alla tematica  delle piante aliene invasive, al fine di promuovere una maggiore consapevolezza tra i professionisti coinvolti nella progettazione e gestione del verde.

Il seminario, aperto a tutti i cittadini interessati, ha visto gli interventi del Dott. Augusto Navone, direttore dell’AMP di Tavolara, che ha esposto le attività del Progetto Life + Puffinus Tavolara e del Prof. Giuseppe Brundu, dell Università di Sassari, che ha portato alla luce le problematiche delle specie aliene invasive terrestri e le normative comunitarie in materia di gestione e contenimento.

All’incontro hanno partecipato il Corpo Forestale, diversi professionisti del territorio (architetti e agronomi) e un gruppo di cittadini appassionati di natura.

Incontro sulle piante invasive e la gestione del verde

Nell’ambito del Progetto Life Puffinus Tavolara, l’Area Marina Protetta di Tavolara e il Comune di Olbia, invitano tutti i professionisti coinvolti nella progettazione e gestione del verde e i cittadini interessati, ad un incontro sulle piante invasive.

L’incontro si terrà venerdì 13 Aprile 2018, alle ore 17.00, presso la sede dell’Area Marina Protetta, in via Porto Romano, 11. Il relatore, il dott. Giuseppe Brundu dell’Università di Sassari, illustrerà le problematiche legate alla gestione delle piante aliene invasive, alla luce della normativa comunitaria in materia, al fine di promuovere una maggiore consapevolezza in merito.