logo_puffinus

Incontro con la popolazione

Il Comune di Olbia nell’ambito del progetto Life Puffinus Tavolara, in collaborazione con l’Area Marina Protetta Tavolara-Punta Coda Cavallo e la Società Nemo S.rl., comunica che in data 26  Luglio alle ore 18,00 presso l’Area Marina Protetta, in Via Porto Romano n.11,  si terrà un incontro con la cittadinanza.

L’incontro vuole informare e sensibilizzare la comunità locale sui temi affrontati dal progetto, che nasce per contrastare gli effetti negativi sulla nostra biodiversità provocati da alcune specie “aliene”, in particolare i ratti e le piante invasive presenti sulle isole. Durante l’incontro sarà illustrata l’azione principale del progetto, che sarà realizzata nel prossimo autunno, l’eradicazione del ratto nero dall’isola di Tavolara. Questa specie aliena ed invasiva mette a rischio la sopravvivenza della berta minore, un uccello marino che si riproduce sull’isola di Tavolara con una popolazione d’interesse mondiale. La corretta informazione costituisce un presupposto per il raggiungimento degli obiettivi del progetto, che intende favorire la consapevolezza in merito alle tematiche affrontate promuovendo, attraverso comportamenti corretti, la riduzione delle  immissioni in natura di specie aliene e il mantenimento degli obiettivi raggiunti.

L’incontro sarà introdotto dal Comune, capofila del progetto, con l’Ing. Valentina Secchi.  Seguirà l’intervento di Giovanna Spano, naturalista dell’AMP, beneficiario associato del progetto, che farà un inquadramento generale delle azioni Life e di Paolo Sposimo, naturalista della Società Nemo, beneficiario associato, che fornirà i dettagli tecnici. Chiuderà il professore Giuseppe Brundu, del Centro Interdipartimentale per la Conservazione e Valorizzazione della Biodiversità Vegetale dell’Università degli Studi di Sassari, che sta seguendo le azioni relative alle specie aliene vegetali e il monitoraggio della vegetazione.

Al termine si aprirà la discussione, che sarà seguita da un coffee-break.

Rimarcando l’importanza della condivisione e del coinvolgimento della comunità, si invita caldamente a partecipare.

Speak Your Mind