logo_puffinus

Glossario

1 Specie esotica (specie aliena, specie alloctona) Qualsiasi esemplare vivo di specie, sottospecie o taxon inferiore di animali, piante, funghi o microrganismi spostato dall’uomo (intenzionalmente od accidentalmente) al di fuori del suo areale di distribuzione naturale passato o attuale; sono compresi le parti, i gameti, i semi, le uova o i propaguli di tale specie, nonché gli ibridi, le varietà o le razze che potrebbero sopravvivere e successivamente riprodursi;
2 Specie esotica naturalizzata Una specie esotica la cui popolazione è naturalizzata, ossia ha costituito condizioni di autosostentamento, sopravvive e si riproduce in gran parte dell’areale di recente colonizzazione;
3 Specie esotica invasiva (specie aliena invasiva, invasive alien species) Una specie esotica la cui introduzione o diffusione è risultata essere, in seguito a una valutazione dei rischi, una minaccia per la biodiversità e i servizi ecosistemici e possibile causa di concomitanti effetti negativi sulla salute umana e sull’economia;
4 Specie esotica invasiva di rilevanza unionale Una specie esotica invasiva i cui effetti negativi sono considerati tali da richiedere un intervento concertato a livello dell’Unione Europea in conformità dell’articolo 4, paragrafo 2 del Regolamento UE;
5 Specie esotica invasiva di rilevanza nazionale una specie esotica invasiva i cui effetti negativi sono considerati tali da richiedere un intervento concertato a livello nazionale in conformità dell’articolo 10 del Regolamento UE;
6 Biodiversità La variabilità degli organismi viventi, di qualunque origine, inclusi gli ecosistemi terrestri, marini e gli altri ecosistemi acquatici e i complessi ecologici dei quali fanno parte; comprende la diversità all’interno di ogni specie, tra le specie e degli ecosistemi;
7 Introduzione Lo spostamento ad opera dell’uomo (intenzionalmente od accidentalmente) di una specie al di fuori del suo areale naturale di distribuzione passato o attuale;
8 Introduzione intenzionale Il trasferimento intenzionale e/o il rilascio, operato dall'uomo, di una specie esotica al di fuori del suo areale naturale, spesso con la finalità di ottenere popolazioni naturalizzate di specie esotiche;
9 Introduzione non intenzionale (accidentale) Tutti gli altri casi di introduzione non intenzionale, ad esempio tramite le acque di zavorra delle navi;
10 Vettori (pathways) Le vie e i meccanismi delle invasioni biologiche;
11 Rilevamento precoce (early detection, early warning) La conferma della presenza nell’ambiente di esemplari di una specie esotica invasiva prima che divenga ampiamente diffusa;
12 Eradicazione L’eliminazione completa e permanente della popolazione di una specie esotica invasiva tramite mezzi fisici, chimici o biologici;
13 Contenimento Azioni volte a creare barriere che riducono al minimo il rischio che la popolazione di una specie esotica invasiva si disperda e si diffonda oltre la zona invasa;
14 Controllo demografico Azioni fisiche, chimiche o biologiche applicate alla popolazione di una specie esotica invasiva allo scopo di mantenere il numero di individui il più basso possibile, in modo che, seppure nell’impossibilità di eradicare la specie, ne rendano minimi la capacità invasiva e gli effetti negativi sulla biodiversità e sui servizi ecosistemici, o sulla salute umana e sull’economia;
15 Analisi del rischio (risk analysis) Valutazione delle conseguenze di una introduzione e della probabilità di naturalizzazione di una specie esotica, realizzata utilizzando informazioni scientifiche con l’identificazione delle misure che possono essere adottate per ridurre o gestire tali rischi, tenendo in considerazione anche fattori socio-economici e culturali;
16 Impatto delle specie esotiche invasive Le specie invasive possono incidere gravemente sullo sviluppo e la produttività di alcune attività umane, difatti la presenza di tali specie può, diminuire i raccolti di prodotti agricoli, forestali e ittici. Le specie invasive possono danneggiare le infrastrutture, ad esempio scavando gallerie, se si tratta di animali, o con i loro apparati radicali: le radici dell'Albero del paradiso (Ailanthus altissima) possono danneggiare pavimentazioni, resti archeologici e muri. Numerosi problemi per la salute umana, come allergie e problemi cutanei, sono causati da specie vegetali invasive come la Panace di Mantegazzi (Heracleum mantegazzianum) e l'Ambrosia (Ambrosia artemisiifolia). La Zanzara tigre (Aedes albopictus), sempre più presente in Europa e veicolo di oltre ventidue arbovirus (compresi Dengue, Chikungunya, Ross River e West Nile), è stata introdotta tramite il commercio di pneumatici usati.
17 Direttiva sulla Salute delle Piante È una Direttiva sulle misure protettive contro l’introduzione nella Comunità di organismi dannosi alle piante o i loro prodotti e contro la loro diffusione nella Comunità (2000/29/EC). Si basa su disposizioni stabilite nella Convenzione Internazionale di Protezione delle Piante conclusa sotto gli auspici della FAO e nell’ambito dell’Accordo dell’Organizzazione Mondiale del Commercio sulle Applicazioni di Misure Sanitarie e Fitosanitarie;
18 Direttiva Habitat (92/43/CEE) È una Direttiva che definisce un quadro di tutela per specie ed habitat di interesse Comunitario e che predispone all’art. 22 comma b, per i paesi della Comunità, il controllo e l’eventuale divieto di introdurre elementi alloctoni che creino danno alla biodiversità naturale;
19 Buone Pratiche Norme tecniche, da adottare nei diversi livelli di pianificazione e gestione del territorio per ridurre gli effetti negativi prodotti dalle specie esotiche invasive ed il rischio di nuove introduzioni. Si tratta spesso di norme volontarie che prevedono il coinvolgimento delle categorie maggiormente coinvolte (agricoltori, floro-vivaisti, allevatori, forestali, pescatori, commercianti di animali d’affezione, gestori di orti botanici e giardini zoologici, ecc) ed azioni di formazione e sensibilizzazione dell’opinione pubblica;
20 DAISIE (Delivering Alien Invasive Species Inventories for Europe) Il progetto DAISIE, Finanziato nell’ambito del sesto Programma quadro di ricerca della UE, presenta sul proprio sito un portale informativo sulle invasioni biologi che in Europa. Realizzato in collaborazione con un team internazionale di esperti ed una rete capillare di collaboratori e soggetti europei che operano nel settore, il sito p ropone un inventario delle specie invasive che minacciano gli ambienti marini, terrestri e d’acqua dolce d’Europa. Costantemente aggiornato, il sito consente agli utenti di ricercare informazioni sulle oltre 10.000 specie esotiche attualmente individuate in Europa. Le schede relative alle singole specie contengono informazioni sulla rispettiva biologia e ecologia, l’habitat e la dist ribuzione (incluse mappe dettagliate), modalità di introduzione, invasività, impatto e metodi di gesti one, compresi i metodi di prevenzione (http://www.europe-aliens.org/).